Quartiere Bicocca

Gli autori propongono le proprie immagini, come opere singole, progetti e lavori, per ricevere commenti, critiche, consigli e opinioni
Rispondi
pier maria lorenzi
Messaggi: 405
Iscritto il: lun feb 05, 2018 7:44 am

Quartiere Bicocca

Messaggio da pier maria lorenzi » sab ago 10, 2019 2:26 pm

Ciao a tutti da Milano. Ciao



Immagine
Pier Maria

www.sbooi.it

Avatar utente
MarcoBiancardi
Messaggi: 1963
Iscritto il: mar gen 16, 2018 10:37 am
Località: Milano
Contatta:

Re: Quartiere Bicocca

Messaggio da MarcoBiancardi » sab ago 10, 2019 6:11 pm

Una versione monocroma e aggiornata della “città che sale” di Boccioni, questa è la mia prima impressione, della Milano che non si ferma mai e che nella tua versione presenta anche una salda connessione con la terra oltre che con il cielo.

Avatar utente
Ottavio Colosio
Messaggi: 87
Iscritto il: mer feb 14, 2018 10:31 pm
Località: Milano - Bergamo

Re: Quartiere Bicocca

Messaggio da Ottavio Colosio » dom ago 11, 2019 10:33 pm

Testimonianza dello sviluppo urbanistico..ci vorranno ancora diversi lustri di "lievitazione" per questo scatto..io lo apprezzo di gia'.
Saluti

Ottavio


Matematicamente parlando, la fotografia è un'applicazione lineare da R3 in R2

Avatar utente
Carlo Riggi
Messaggi: 2226
Iscritto il: mar gen 16, 2018 12:27 pm
Località: Milazzo
Contatta:

Re: Quartiere Bicocca

Messaggio da Carlo Riggi » mar ago 13, 2019 9:18 am

Uno scatto pregevole.
Per entrare in CEF mode, dico pure che c'è qualcosa che non mi convince. Non mi è facile individuarlo e spiegarlo.
Credo sia frutto dello scroll che ho dovuto fare per vederla tutta (poi l'ho aperta pure con un altro programma che mi consentisse di vederla intera). Dall'alto in basso, a un certo punto ho avuto l'impressione che dovesse finire lì, e invece continuava ancora. La parte bassa chiude bene, con i ciuffi d'erba un po' più scuri, ma fra la parte superiore e quella inferiore sembra esserci un salto di genere. Quella di sopra contiene un gioco di masse disposte in maniera più tradizionale, con l'ombra sul palazzo e l'alberello in centro. Una dialettica classica del bianco e nero, sia pur trattata nel modo evanescente e fantasmatico che ti contraddistingue. La parte inferiore invece è il vuoto, la sospensione, quel nulla significante che spesso è la cifra delle tue foto. Ecco, questa doppia tensione compositiva non aggiunge, ma toglie alla mia visione. Del tutto personale, ovviamente.
Ciao
Carlo

Rispondi