Luigi Ghirri - Lido di Spina

Le foto dei Maestri
Rispondi
Avatar utente
Carlo Riggi
Messaggi: 1580
Iscritto il: mar gen 16, 2018 12:27 pm
Località: Milazzo
Contatta:

Luigi Ghirri - Lido di Spina

Messaggio da Carlo Riggi » mer ott 24, 2018 9:57 am

2151
Luigi Ghirri - Lido di Spina, 1974

Cosa mi piace delle foto di Ghirri? Mi piace l'idea che il suo non sia solo uno sguardo rivolto all'esterno ma lo sia altrettanto verso il mondo interno di chi osserva. L'impressione è che siano gli oggetti a guardare dentro di noi più che il viceversa. L'azione fotografica di Ghirri non è mai rapinosa, è il premuroso allestimento di una culla dove accogliere i sogni, processi mentali che partono da stimoli sobri, trattati in tono minore, e prendono forma lentamente, ma indelebilmente, dentro l'immaginario del fruitore.
Dice Ghirri: “Tutto quello che vedi vive solo nell'inquadratura. Se vuoi, è come una finestra da cui guardi i fenomeni e tu sei come un bambino che deve fare un tema scrivendo quello che hai visto”.
Per chi le osserva, lo svolgimento del tema tocca in genere aspetti assai intimi della propria vita emotiva.
In questa foto, tratta dalla serie “Kodachrome”, io non vedo una giostrina, e neppure la silente solitudine del mare d'inverno. In questa foto io vedo l'infanzia, uno scrigno in cui raccogliere frammenti di memoria proiettati su un orizzonte senza tempo, ricordi di eventi forse mai avvenuti, ma possibili, pronti da rivivere nell'immaginario.
Il colore stinto non è un vezzo, ma una condizione facilitante la piena fruizione, affinché il dato retinico non abbia a saturare l'emozione, e la realtà possa dialogare col sogno senza prevaricarlo. Il colore dell'imperfetto narrativo, del "c'era una volta", a cui l'autore si richiama per interpretare col giusto distacco i frammenti di vita respirati attraverso l'otturatore della sua fotocamera.
Ciao
Carlo

Avatar utente
MarcoBiancardi
Messaggi: 1391
Iscritto il: mar gen 16, 2018 10:37 am
Località: Milano
Contatta:

Re: Luigi Ghirri - Lido di Spina

Messaggio da MarcoBiancardi » mer ott 24, 2018 7:13 pm

Una foto bellissima e dici molto bene tu nel coglierie questo dialogo tra realtà e sogno.
Ho visto poche settimane fa alla Triennale di Milano una mostra dedicata a questo autore, la tematica principale era il rapporto tra l’architettura e il paesaggio, tutto sempre colto con semplice intimità, ma andando nel profondo.

otto
Messaggi: 697
Iscritto il: lun feb 12, 2018 12:38 am

Re: Luigi Ghirri - Lido di Spina

Messaggio da otto » mer ott 24, 2018 8:41 pm

"Aveva l' idea che ogni immagine ne richiami un' altra: perché non esiste nessuna immane unica, originale. Ogni immagine porta con sé tracce d' un riconoscimento di qualcos' altro, di altre immagini, foto, visioni, apparizioni..."
tratto da uno scritto di Gianni Celati

questa foto come molte altre di Ghirri, hanno la capacità di ricreare la stessa meraviglia che sentivo da bambino quando andavo a giocare in queste "porzioni di mondo" e mi permettono di osservarlo con nuovi occhi rimanendo ogni volta appagato e sorpreso di tanta dolcezza...

otto.

Rispondi