Yusuf Sevinçli - "Walking"

Le foto dei Maestri
Rispondi
Avatar utente
Carlo Riggi
Messaggi: 2335
Iscritto il: mar gen 16, 2018 12:27 pm
Località: Milazzo
Contatta:

Yusuf Sevinçli - "Walking"

Messaggio da Carlo Riggi » sab apr 06, 2019 1:47 pm

2940
Yusuf Sevinçli - "Walking", 2015

Non ho idea di come sia stata realizzata questa fotografia, e sinceramente non mi interessa. Sottrarsi all'imperativo del "vorrei averla fatta io" sarebbe un gran passo per la Fotografia, che soccombe per eccesso di emulatori. Questa è una immagine che vorrei possedere, vorrei acquistare, non che vorrei rifare, e, come sapete, questo è per me il miglior complimento che si possa fare ad una foto.
Yusuf Sevinçli è un giovane fotografo turco, che ha al suo attivo già diversi libri: "Good dog", "Marseilles", "Walking", e l'ultimo, PUT (dalla veste editoriale un po' troppo leziosa, per i miei gusti, spero che le prossime opere tornino a uno stile più sobrio). La sua fotografia muove sui sentieri sicuri tracciati da Moriyama, Ackerman, Sluban, Nozolino... La foto di cui parliamo sembra tratta da "Ravens" di Masahisa Fukase, anche se questi forse sono piccioni e non corvi. Il genere è quindi quello molto attuale, impressionistico, che a me piace molto, e che Sevinçli interpreta con particolare coerenza e freschezza.
La foto che commento è contenuta in "Walking", un lavoro dedicato alla città di Vichy.
I quattro uccelli muovono in squadriglia, in perfetta sincronia, al centro di un "campo morfogeno", uno di quei modelli telepatici che gli etologi individuano alla base della comunicazione animale.
All'interno di questa unità gestaltica, tuttavia, ogni uccello esprime una propria identità, un proprio carattere, un'intenzione. Un umore, si direbbe persino.
In alto a sinistra, l'edonista, plana libero, ad ali spiegate, gaudente e narciso. Sotto di lui, il razionale, esplora guardingo l'ambiente alla ricerca di prede o di pericoli. A destra in alto abbiamo l'intraprendente, già lanciato in picchiata, pronto a ghermire la preda, o a farsi sedurre da un'illusione. E infine, nell'angolo in basso, l'inibito, incerto su tutto, incapace di una decisione, dubbioso persino sulla sua identità. E' il fuori posto, l'elemento incongruo, quello sul quale convergono tutte le direttrici visuali della foto, da qualunque parte e in qualunque verso si inizi a guardarla. Lo scomodo, il rompiscatole, la vittima designata. Se non ci fosse, la foto sarebbe ancora più perfetta, le masse distribuite meglio in una divisione tripolare maggiormente rispettosa della proporzione aurea. Ma c'è, e sembra caricarsi di tutti i mali di quel microsistema relazionale che Sevinçli ci propone.
Che gran foto! Che efficace spaccato della nostra società!
Ciao
Carlo

Avatar utente
MarcoBiancardi
Messaggi: 2103
Iscritto il: mar gen 16, 2018 10:37 am
Località: Milano
Contatta:

Re: Yusuf Sevinçli - "Walking"

Messaggio da MarcoBiancardi » dom apr 07, 2019 5:00 pm

A me invece questa immagine trasmette piuttosto una sensazione di sgradevolezza, la specie di volatile scelta evoca una sensazione più di sporcizia che altro e mi fa venire in mente una sorta di incubo; chissà che non fosse realmente negativo il messaggio sottinteso dall'autore.
Non saprei nemmeno io dire la tecnica usata, di certo un pesante intervento successivo allo scatto.
Non solo non vorrei averla fatta io, ma non la vorrei nemmeno averla appesa in casa ;)

Avatar utente
Carlo Riggi
Messaggi: 2335
Iscritto il: mar gen 16, 2018 12:27 pm
Località: Milazzo
Contatta:

Re: Yusuf Sevinçli - "Walking"

Messaggio da Carlo Riggi » dom apr 07, 2019 5:26 pm

Tot capita, tot sententiae. :)
Ciao
Carlo

Rispondi