appeso

Gli autori propongono le proprie immagini, come opere singole, progetti e lavori, per ricevere commenti, critiche, consigli e opinioni
Rispondi
otto
Messaggi: 1186
Iscritto il: lun feb 12, 2018 12:38 am

appeso

Messaggio da otto » dom apr 26, 2020 12:30 pm

Immagine

otto.

pier maria lorenzi
Messaggi: 496
Iscritto il: lun feb 05, 2018 7:44 am

Re: appeso

Messaggio da pier maria lorenzi » dom apr 26, 2020 3:01 pm

Bravo Otto, un altro improbabile ritrovamento, un filo più debole di altri precedenti. Un saluto. Pier Maria
Pier Maria

www.sbooi.it

Avatar utente
MarcoBiancardi
Messaggi: 2206
Iscritto il: mar gen 16, 2018 10:37 am
Località: Milano
Contatta:

Re: appeso

Messaggio da MarcoBiancardi » dom apr 26, 2020 4:05 pm

fotografia transfigurativa?
Sentiamo cosa ne dice l'esperto.

otto
Messaggi: 1186
Iscritto il: lun feb 12, 2018 12:38 am

Re: appeso

Messaggio da otto » lun apr 27, 2020 11:18 am

grazie Pier Maria e grazie Marco....
fotografia transfigurativa?
non mi sembra proprio, la trovo decisamente descrittiva, semmai il recente scatto proposto da Pier Maria "Giudici" potrebbe esserlo ad esempio (come quasi tutte le sue foto in cui piega la realtà in fiabe, sogni e fantasie)...
ma le definizioni rischiano di alimentare confusione, vedremo se il nuovo libro di Carlo potrà chiarirmi meglio la questione...

otto.

Avatar utente
MarcoBiancardi
Messaggi: 2206
Iscritto il: mar gen 16, 2018 10:37 am
Località: Milano
Contatta:

Re: appeso

Messaggio da MarcoBiancardi » lun apr 27, 2020 11:58 am

Certamente, Otto, la tua foto è inizialmente descrittiva, come Carlo scrive nel suo libro questa come ogni foto parte da un dato di realtà.
Se però considero l’inquadratura un po’ dal basso, che fa apparire come più minaccioso quel palco, la vignettatura, l’originalità stessa della scena ritratta, secondo me si generano stimoli per l’osservatore-fruitore una serie di stimoli a travalicare il dato di realtà e a innescare un processo ulteriore immaginativo: come per esempio inserendo il tutto in un racconto fiabesco, o in una visione simbolica, un processo allucinatorio, il fotogramma di un sogno o la scena di un film.

otto
Messaggi: 1186
Iscritto il: lun feb 12, 2018 12:38 am

Re: appeso

Messaggio da otto » lun apr 27, 2020 2:49 pm

si Marco, condivido e ti ringrazio per aver chiarito, ma bisogna comunque distinguere tra una foto che potrebbe sortire un possibile effetto tansfigurativo a qualche fruitore da una foto che è palesemente, dichiaratamente transfigurativa (ma poi con la "n" o senza ? transfigurativa o trasfigurativa ?)...
un po come per le foto belle, dipende dai gusti del fruitore, anche in questo caso dipende dalle esperienze visive, emozionali e culturali di chi osserva la foto ed io faccio sempre fatica a delineare i confini nelle definizioni perchè individualmente tutto potrebbe essere il contrario di tutto, specie per quelle impalpabili che vanno oltre la realtà e fanno leva sulle emozioni...

otto.

Avatar utente
MarcoBiancardi
Messaggi: 2206
Iscritto il: mar gen 16, 2018 10:37 am
Località: Milano
Contatta:

Re: appeso

Messaggio da MarcoBiancardi » lun apr 27, 2020 4:19 pm

otto ha scritto:
lun apr 27, 2020 2:49 pm
...
da una foto che è palesemente, dichiaratamente transfigurativa (ma poi con la "n" o senza ? transfigurativa o trasfigurativa ?)...
quando leggerai il libro, Carlo spiega anche questa sottile e raffinata differenza semantica ;)

comunque la mia all'inizio della discussione era solo una domanda dubitativa, nel senso che io ci ho visto qualcosa che mi ha fatto pensare e andare oltre all'immediata percezione del reale,; se questo poi rientri nella definizione che il "nostro autore" dà della sua corrente di pensiero fotografico, penso lo sapremo dalle sue stesse parole.

otto
Messaggi: 1186
Iscritto il: lun feb 12, 2018 12:38 am

Re: appeso

Messaggio da otto » mar apr 28, 2020 4:53 pm

MarcoBiancardi ha scritto:
lun apr 27, 2020 4:19 pm
ci ho visto qualcosa che mi ha fatto pensare e andare oltre all'immediata percezione del reale
beh mi fa piacere, grazie ancora Marco....

otto.

Avatar utente
Carlo Riggi
Messaggi: 2428
Iscritto il: mar gen 16, 2018 12:27 pm
Località: Milazzo
Contatta:

Re: appeso

Messaggio da Carlo Riggi » gio apr 30, 2020 9:12 pm

MarcoBiancardi ha scritto:
lun apr 27, 2020 11:58 am
Certamente, Otto, la tua foto è inizialmente descrittiva, come Carlo scrive nel suo libro questa come ogni foto parte da un dato di realtà.
Se però considero l’inquadratura un po’ dal basso, che fa apparire come più minaccioso quel palco, la vignettatura, l’originalità stessa della scena ritratta, secondo me si generano stimoli per l’osservatore-fruitore una serie di stimoli a travalicare il dato di realtà e a innescare un processo ulteriore immaginativo: come per esempio inserendo il tutto in un racconto fiabesco, o in una visione simbolica, un processo allucinatorio, il fotogramma di un sogno o la scena di un film.
Grazie Marco! Non saprei dirlo meglio di te.
Credo che Otto non ce la racconti tutta. Lui, da raffinato autore, sa benissimo che questa foto, se intesa in senso univocamente descrittivo, sarebbe non dissimile a quella del classico turista giapponese, attratto da un elemento bizzarro e prontamente ripreso.
Ma in questa foto c'è molto di più e, non foss'altro che per l'intenzione dell'autore di infilarla dentro un preciso solco interpretativo, si cui abbiamo visto altri ottimi esemplari, ne fa senz'altro, a mio avviso, una fotografia transfigurativa.
Ciao
Carlo

otto
Messaggi: 1186
Iscritto il: lun feb 12, 2018 12:38 am

Re: appeso

Messaggio da otto » ven mag 01, 2020 10:51 am

Carlo Riggi ha scritto:
gio apr 30, 2020 9:12 pm
ne fa senz'altro, a mio avviso, una fotografia transfigurativa.
grazie Carlo,
ne prendo atto e grazie per la sviolinata anche se mi identifico meglio nel turista giapponese :mrgreen:

otto.

Rispondi