No more

Gli autori propongono le proprie immagini, come opere singole, progetti e lavori, per ricevere commenti, critiche, consigli e opinioni
Rispondi
luciano.xxk
Messaggi: 124
Iscritto il: mer feb 14, 2018 10:10 pm

No more

Messaggio da luciano.xxk » sab dic 22, 2018 8:46 pm

Non sono solito produrre immagini deliberatamente forti, né utilizzare modalità tecniche coerenti con tali visualizzazioni (diciamo: grana, alto contrasto, etc.).

Durante una passeggiata nel centro della mia città sono però rimasto colpito dalla scena di un povero piccione, immagino schiacciato sotto le ruote di qualche mezzo.

Non so neanch'io perché questo particolare mi abbia colpito, ma mi intriga condividere con Voi questa anomalia emotiva, e - se sono riuscito - stilistica.

Ogni commento, sopratutto eventualmente critico, è davvero gradito.

p.s: Avevo in macchina una normale TMAX400 sviluppata, in modo altrettanto normale, in HC110; l'enfatizzazione è stata ottenuta soprattutto con le curve di PS, e, non lo nascondo, forzando un po' la mano con Unsharp Mask; onestamente non sono sicuro che partendo da quel negativo sarei riuscito ad ottenere questi toni in stampa analogica (forse un tempo, con la Brovira 5...)

Ciao Luciano


2498

Avatar utente
MarcoBiancardi
Messaggi: 1841
Iscritto il: mar gen 16, 2018 10:37 am
Località: Milano
Contatta:

Re: No more

Messaggio da MarcoBiancardi » dom dic 23, 2018 8:31 am

un'immagine molto forte, frutto della tua intuizione davanti a un soggetto dall'apparenza talmente banale e sgradevole che la maggioranza delle persone o non vede nemmeno oppure evita volgendo altrove lo sguardo; un'immagine che hai poi enfatizzato ulteriromente drammatizzandola con gli odierni strumenti dell'elaborazione digitale, ma che altrettanto bene si sarebbe potuto fare anche in camera oscura analogica, perciò non porti il problema di aver manipolato alcunchè.
Il risutato che ci consegni è una sorta di "pugno nello stomaco", un qualcosa tra il memento mori e, in questi tempi di incertezza e oscurantismo, il reciproco della serena e pacifica paloma picassiana.

otto
Messaggi: 902
Iscritto il: lun feb 12, 2018 12:38 am

Re: No more

Messaggio da otto » dom dic 23, 2018 10:57 am

trovo interessante in mimetismo che hai interpretato da un particolare che generalmente passa inosservato ai più e riflette bene il significato che viene dato alla morte di un piccione...

otto.

Avatar utente
Ottavio Colosio
Messaggi: 75
Iscritto il: mer feb 14, 2018 10:31 pm
Località: Milano - Bergamo

Re: No more

Messaggio da Ottavio Colosio » dom dic 23, 2018 2:12 pm

Luciano ti diro',
se e' un'anomalia emotiva la mia deve essere particolarmente profonda visto che ho una serie di immagini simili dal titolo: " Quando esce il tuo numero "...quindi non posso che apprezzare questo tuo scatto.
Saluti

Ottavio


Matematicamente parlando, la fotografia è un'applicazione lineare da R3 in R2

Avatar utente
Carlo Riggi
Messaggi: 2112
Iscritto il: mar gen 16, 2018 12:27 pm
Località: Milazzo
Contatta:

Re: No more

Messaggio da Carlo Riggi » lun dic 24, 2018 2:13 pm

Lo scatto è valido e la PP è adeguata. Sulla composizione ho qualche perplessità. La parte alta più chiara sembra dovere ospitare una porzione di soggetto (delle piume, un pezzetto del corpo), che però non trovo. Forte per forte, forse avrei optato per una posa centrale, un cazzotto ancora più diretto..
Ciao
Carlo

luciano.xxk
Messaggi: 124
Iscritto il: mer feb 14, 2018 10:10 pm

Re: No more

Messaggio da luciano.xxk » lun dic 24, 2018 3:55 pm

Grazie a tutti.
Per Carlo: ti dirò qual era l’idea della composizione: lo spazio avanti voleva rimandare ad una fuga, un dopo, negati però da ciò che è successo prima.

Ma come sempre: se lo devi spiegare vuol dire che non ha funzionato.... 😊


Ciao. Luciano

Avatar utente
g.renieri
Messaggi: 169
Iscritto il: ven feb 16, 2018 5:34 pm

Re: No more

Messaggio da g.renieri » gio gen 03, 2019 10:59 pm

... mi ricorda alcune sequenze di un film di Peter Greenaway. "Lo zoo di Venere", se non mi sbaglio. E' un bel pugno nello stomaco. Purtroppo sono vittime innocenti di un "progresso" di cui non godono affatto.
Ciao,
Giacomo

Rispondi